Come installare o riparare il cartongesso in Cucina

Come installare o riparare il cartongesso in Cucina

Installare o riparare il cartongesso in cucina

La maggior parte dei proprietari di un’abitazione prima o poi dovrà installare o riparare alcuni pannelli di cartongesso ed il lavoro può essere molto fastidioso na se sei attento e consapevole delle idee di base su come installare il drywall il tutto risulterà davvero semplice.

Ci piace l’idea di iniziare in un’area come la cucina dove il problema dell’acqua e degli schizzi è importante ed anche se è necessario misurare, tagliare e installare con cura per fornire una superficie verticale lavorabile piatta, la maggior parte del lavoro del muro a secco risulterà di ottima finitura.
Ecco una guida passo-passo per l’installazione (o la riparazione) del muro a secco, particolarmente mirata a farlo per un backsplash in cucina. Naturalmente, le linee guida generali sono le stesse praticamente ovunque, quindi questo tutorial ti aiuterà con la maggior parte delle tue esigenze di installazione di cartongesso.

Materiali necessari:

  • Cartongesso;
  • Lama del rasoio;
  • Viti per cartongesso;
  • Trapano;
  • Spatola;
  • Composto comune (noto anche come fango del muro a secco);
  • Nastro di cartongesso;
  • Blocco di smerigliatura (fine e media);
  • Primer;
  • Vernice.

Per poter installare correttamente il cartongesso è necessario assicurarsi che tutti i bordi verticali del muro a secco possano essere avvitati su un telaio 2×4.
Anche se questo significa tagliare il tuo cartongesso più di quanto potresti aver bisogno, utilizzerete un taglierino per creare tutti i pannelli necessari, cercate di farli puliti e quadrati sennò avrete problemi nell’avvitarli.

Assicurati che tutto ciò che proibirebbe il nuovo muro a secco di stendersi piatto contro i perni di inquadratura non ci sia più, togliete eventuali viti o chiodi, se ce ne sono ed inoltre raschiate via ogni residuo compresa la colla o qualsiasi altra cosa, il pannello 2×4 dovrebbe essere libero e chiaro.
Nel caso in cui vi imbattete in uno spazio in cui è impossibile tagliare il muro a secco a metà strada su un perno dovrete installare il supporto 2×4.
Dopo aver misurato l’altezza del tuo spazio e la distanza dal sperno di inquadratura più vicino, dovrai tagliare il 2×4 in modo tale da farlo combaciare perfettamente.

Inizia avvitando i due pezzi più corti al perno di inquadratura più vicino, utilizza una direzione della vite diagonale per il fissaggio, due viti per pezzo.
Successivamente, dovrai collegare la tua lunghezza 2×4 ai due pezzi più corti che hai appena installato, usa una pistola sparachiodi se ne hai una, o viti o un buon vecchio martello con chiodi.

L’installazione di questo 2×4 nello spazio consentirà di fissare il nuovo muro a secco sui lati e questo è fondamentale per il supporto a lungo termine.

Se il bordo di un muro a secco è lasciato fluttuare si piegarà e deformerà fino a spezzarsi insieme a tutto ciò che viene installato sopra di esso (come i pannelli backsplash).

Ripeti questo passaggio in tutte le aree di cui hai bisogno per garantire il supporto del frame 2×4 sugli assi verticali del tuo nuovo muro a secco.
A questo punto, sei pronto per misurare, tagliare e adattare i tuoi nuovi pezzi di cartongesso al tuo spazio.
I fogli per cartongesso sono generalmente della lunghezza di 20 centimetri(sono disponibili anche lunghezze da 30 centimetri ma sono molto più difficili da trasportare e da gestire).
Misura in modo che ogni pezzo di cartongesso inizi e finisca su un perno, anche se ciò significa tagliare un pezzo di cartongesso lungo per poi aggiungerne un secondo pezzo.

Misura e segna a matita le misure sul muro a secco quindi utilizzare un taglierino per segnare il lato esposto (non marrone) del cartongesso.
Piegare con attenzione lo sheetrock lungo la linea segnata e tirare il cartongesso fino in fondo per separare il lato interiore.
Tenendo il cartongesso piegato, puoi usare un taglierino per tagliare lo strato posteriore cercando di mantenere i tuoi tagli puliti, ma non preoccuparti se non sono perfetti o se il supporto cartaceo si strappa un pò, questo non dovrebbe influenzarne l’installazione.

Oltre a misurare il perimetro del cartongesso, ti consigliamo di misurare e ritagliare gli spazi per eventuali interruttori o prese elettriche, ancora una volta, misura, disegna e segna questi spazi.

Usa un martello o la parte posteriore di un coltello sul muro a secco per far uscire il centro e creare un foro per il muro a secco.
Un coltello per muro a secco è lo strumento più facile da usare per pulire i bordi e gli angoli.
Metti alla prova il tuo pezzo di cartongesso assicurandoti che tutti i bordi e gli angoli siano distesi e che tutte le considerazioni elettriche siano fatte con precisione.

Se il muro a secco non giace a filo, estrarlo e utilizzare un coltello per il muro a secco per radere i bordi necessari fino a quando non si adatta.

Mirare a un accoppiamento abbastanza vicino a prese elettriche e interruttori, anche se se sei un po ‘fuori, va bene.
Ricorda che la piastra elettrica coprirà un pò il bordo, quindi hai un pò di una zona di sicurezza.

Se gli angoli non sono distesi, ricontrollare per assicurarsi che il vecchio angolo del muro a secco sia pulito, è facile trascurare un vecchio pezzo di cartongesso negli angoli, che impedisce al nuovo pezzo di giacere a filo.

Quando tutto sembra a posto, tira il muro a secco lontano dal muro di soli un paio di centimetri in modo da poter contrassegnare le borchie, questo renderà molto più veloce e più facile avvitare il muro a secco una volta installato.
Avvita il nuovo pezzo di cartongesso lungo le borchie che hai segnato.

Misura attentamente e taglia con attenzione e il tuo muro a secco dovrebbe salire abbastanza facilmente e rapidamente.

Se ci sono degli spazi tra i pezzi del muro a secco ma hai in programma di installare un backsplash su di loro, non dovrai nemmeno preoccuparti di tapparli.
Quando il muro a secco viene avvitatoutilizza il fango e il nastro adesivo, avrai bisogno di un nastro per cartongesso, un composto per giunture (noto anche come fango del muro a secco), un blocco di levigatura medio-fine, una spatola piccola e una spatola più grande e dei guanti (opzionali).
Se non l’hai mai fatto prima e hai l’opzione, scegli una sezione di cartongesso che è in qualche modo nascosta per essere la tua sezione pratica, questa particolare sezione è dietro il frigorifero.

Inizia distribuendo il composto articolare sopra le fessure, l’obiettivo qui è quello di riempire il crack abbastanza da creare una superficie liscia e senza soluzione di continuità.

Puoi anche usare uno spargitore più grande per il fango, uno più grande aiuterà a lisciare il fango in modo più pulito.
Volete che il composto di giuntura sia abbastanza spesso da poterlo sabbiare più tardi, ma non così spesso che ci vorrà un’eternità per carteggiare più tardi allora tagliate un pezzo di nastro di cartongesso che sia lungo abbastanza da correre lungo una cucitura, da un angolo all’altro.
Posizionare il nastro delicatamente sul composto bagnato comune direttamente sopra la cucitura.

Spingere il nastro nella mescola del giunto, vuoi che tutta la rete affondi nel composto, creando un forte supporto quando il composto si asciuga?
Allora dopo che il nastro è stato inserito nel composto, mettete un composto un po ‘più umido sulla spatola e fatela scorrere nuovamente sul nastro.
Ciò potrebbe esporre alcune delle linee della “riglia”del nastro.
Aggiungi un po ‘più di composto in modo che le linee della griglia siano coperte, ma aggiungi quel tanto che basta per coprirle (non troppo perchè i livelli dovranno esserer il più sottili possibile).

Lasciare asciugare il composto articolare per circa 24 ore.

Quando la massa articolare è completamente asciutta, levigarla delicatamente con un blocchetto di levigatura fine.
Se notate irregolarità, tasche, crepe o se la griglia del nastro di cartongesso è esposta, ripetere le fasi dell’applicazione con mani molto sottili fino a quando la parete non risulta liscia e senza soluzione di continuità.

Questo è un processo disordinato, assicurati di passare l’aspirapolvere nel posto di lavoro, così da evitare di localizzare la polvere di fango ovunque.
Se i muri sono strutturati, dovrai abbinare il nuovo muro a secco piatto al resto delle pareti aggiungendo una trama simile.
Per fare ciò, inizia con il taping delle superfici vicine, questo include controsoffitti, alzatine, armadi, ecc.
Anche le prese elettriche e simili dovrebbero essere coperte.

Le trame spray sono disponibili in tutti i negozi di articoli per la casa.
Regola le impostazioni sulla texture dello spray secondo le istruzioni della lattina quindi esercita la spruzzatura su una superficie non a parete. Quando hai lo spray giusto, sei pronto per fare il muro.

Fai diversi passaggi di luce con la texture spray sulla nuova superficie del muro a secco mantenendo la bomboletta spray a circa dieci centimetri di distanza dalla parete. (Il metodo è simile alla verniciatura a spruzzo, fai pennellate veloci e leggere, puoi sempre riempire più tardi.)

Quando la tua texture si abbina ai muri circostanti smetti di spruzzare e lascia asciugare.